Principi Generali

1.1 Principi Generali

I destinatari del presente Codice Etico dovranno attenersi per quanto di loro competenza ai seguenti principi guida:

  • agire nel rispetto della legge e dei regolamenti vigenti in Italia ed in Regione Lombardia;
  • trattare i clienti/utenti, il personale dipendente, i fornitori, i volontari, la comunità circostante e le istituzioni che la rappresentano, nonché ogni terzo con il quale essi entreranno in rapporto per motivi professionali con onestà, correttezza, imparzialità e senza pregiudizi;
  • comportarsi secondo lealtà e correttezza;
  • evitare ogni tipo di discriminazione basata sull’età, sul sesso, sullo stato di salute, sulla nazionalità, sulla razza, sulle credenze religiose, opinioni politiche o stili di vita diversi;
  • rifiutare in ogni modo comportamenti che possano favorire o agevolare il compimento di pratiche proprie di qualsiasi cultura o religione che si pongano in contrasto con le norme di ordine pubblico riconosciute dallo Stato e che influiscano sull’integrità fisica delle persone per finalità non connesse al trattamento o, comunque, considerate illecite dalle leggi vigenti
  • tutelare la salute e la sicurezza, proprie e di terzi;
  • monitorare e ove, nel caso, minimizzare gli effetti potenzialmente nocivi delle attività svolte sull’ambiente, conformemente alle direttive nazionali e regionali in materia;
  • mantenere la riservatezza delle informazioni riguardanti la Fondazione, il suo Know-how, i dipendenti, i clienti/utenti ed i fornitori, attenendosi nei rapporti con i “pazienti” alle norme stabilite dai codici deontologici delle professioni operanti all’interno della Fondazione nonché alle indicazioni derivanti dall’organigramma e dal manuale delle competenze deliberati dal Consiglio di Amministrazione;
  • evitare o  dichiarare preventivamente eventuali conflitti d’interesse con la Fondazione;
  • utilizzare i beni intellettuali e materiali della Fondazione nel rispetto della destinazione d’uso ed in modo da tutelarne la conservazione e la funzionalità.

1.2 Definizioni

Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus

  • Dipendenti: tutti i dipendenti  della Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus.
  • Collaboratori: tutti coloro che agiscono in nome e/o per conto di Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus sulla base di un mandato o di altro rapporto di collaborazione professionale.
  • Clienti/utenti: tutti coloro che per ragioni diverse accedono ai servizi erogati dalla Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus ivi compresa la rete parentale di riferimento sia persone fisiche sia persone giuridiche.
  • Fornitori: in genere controparti contrattuali della Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus quali ad esempio società di fornitura servizio, appaltatori, tecnici, sia persone fisiche sia  persone giuridiche con cui la Fondazione addivenga ad una qualunque forma  di collaborazione contrattualmente regolata.
  • CCNL: contratti di lavoro applicati dalla Fondazione le Rondini Città di Lumezzane Onlus contratto della Sanità privata  nonché i relativi contratti integrativi aziendali.
  • Protocollo operativo:  istruzione operativa interna, supportata anche da documentazione bibliografica,  da applicare a cura di dipendenti e collaboratori per la corretta  esecuzione del processo di lavoro.
  • Processo:  insieme delle azioni coordinate e sviluppate in flusso ordinato atte a garantire la corretta esecuzione di un servizio o la realizzazione di un prodotto.


Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare”

joomla template
Copyright © 2011 Fondazione Onlus "Le Rondini" - Lumezzane - P.IVA 03024390985 C.F 92013290173 - Credits